Archivi tag: progetto

Iscrizioni 2019/20

Sei una mamma o un papà che sta pensando di iscrivere il proprio figlio agli scout ma non sai da dove partire?

Ecco alcune informazioni utili:

Da che età posso iscrivere mia figlia/figlio?
L’età minima per potere iniziare a vivere l’avventura dello scautismo è 8 anni oppure l’appartenenza alla III classe elementare.
C’è un età massima per iscriversi?
No, si può entrare nel Gruppo sia da ragazzi, sia come Capi. Se sei interessato, passa a trovarci nelle giornate sopra indicate.
Cosa si fa “agli scout”?
Il Gruppo è suddiviso per fasce d’età che vanno dagli 8 ai 20 anni per rispondere alle esigenze educative di bambini, adolescenti e giovani:

– da 8 a 11 anni: LUPETTI (Branco): i bambini GIOCANO e svolgono attività in gruppi misti organizzati di 5-6 bambini, quindi con maschi e femmine, vivendo l’avvenutura scout in un clima di “Famiglia felice”.
Il gioco dei bambini si svolge in un’ambientazione permanente ispirata a “Il Libro della Giungla” di R. Kipling.

– da 11 a 16 anni: ESPLORATORI/GUIDE (Reparto): si svolgono attività in gruppi di 7-8 ragazzi dello stesso sesso ma età diverse. In reparto si vivono AVVENTURE, che passano dalla mente alle mani dei ragazzi e si concretizzano in grandi imprese. La vita in tenda, la cucina sul fuoco a legna, l’orientamento nel bosco, la conoscenza delle stelle sono solo alcune delle attività che caratterizzano la vita di reparto.

– da 16 a 20 anni: ROVER/SCOLTE (noviziato/clan): un modo di confrontarsi sul mondo e agire concretamente per renderlo migliore, crescendo insieme. Si svolgono attività sociali, spirituali, all’aria aperta, ma sopratutto di SERVIZIO.

Quando cominciano le attività scout?
Indicativamente, da metà ottobre a fine maggio.

Quando si svolgono le attività scout?
Durante tutto il periodo scolastico al sabato pomeriggio, dall e 15.30 alle 18.00. Una volta al mese si programmano uscite con pernottamento in case adatte ad accogliere gruppi per i lupetti o, con la bella stagione, in tenda per esploratori e rover.
Durante l’estate ci sono i campi estivi della durata di 7 giorni per i lupetti, indicativamente 15 giorni per esploratori/guide e 7/8 giorni per rover/scolte.

Quanti bambini/ragazzi prendete ogni anno?
Il numero varia in base ad una serie di criteri e scelte che di anno in anno la Comunità Capi attua.

Come posso richiedere infomazioni?
Mandando una mail all’indirizzo comunita.capi@scoutbussolengo1.it. Appena possibile, vi risponderà direttamente uno dei due Capi Gruppo.

Mio figlio frequenta ancora la prima elementare, ma sarei intenzionato lo stesso a farlo provare una volta raggiunta l’età, posso iscriverlo comunque?
Nel nostro Gruppo non facciamo liste d’attesa da un anno all’altro, pertanto invitiamo a ricontrollare il nostro sito verso agosto per trovare i dettagli per le iscrizioni dell’anno successivo.

Se, ora che avete tutte queste informazioni, siete interessati a far vivere ai vostri figli l’avventura dello scoutismo o avete ancora delle curiosità vi aspettiamo nelle giornate dedicate alle iscrizioni.

 

Per l’anno scout 2019/20 clicca qui

PIANTIAMOCI SU!! – 60 anni di scautismo a Bussolengo!

1959-2019

60 ANNI DI SCOUTISMO A BUSSOLENGO
“PIANTIAMOCI SU!”

Eccoci pronti a festeggiare il nostro anniversario con tutti i nostri amici scout ed ex scout del Bussolengo 1!

Per l’occasione vogliamo festeggiare tutti assieme con un pranzo in compagnia!

Quando? Il 15 settembre 2019!
Qui sotto la locandina dell’evento con il programma.

Durante la giornata  sarà organizzata una Pesca di Beneficenza Green con l’obiettivo di raccogliere fondi, che saranno utilizzati per aiutare zone montane colpite dal maltempo nell’autunno 2018.

 

Costi del pranzo:
10 Euro – Adulti
5 Euro – Bambini fino ai 10 anni di età
5 Euro – Soci del gruppo Bussolengo 1

 

Per allergie o intolleranze scrivere alla mail
eventi@scoutbussolengo1.it

cartellone-60

 

WORLD SCOUT JAMBOREE 2019

PREPARATIVI IN CORSO…

Hei hei, sono Stefania , la fortunata ragazza che partirà per l’America tra pochissimi giorni, e partirò per andare al Jamboree.

È da quasi otto anni che ho intrapreso il percorso dello scoutismo e il gruppo Bussolengo 1 è diventato quasi una famiglia e poter fare da porta voce al nostro gruppo, oltre ad essere una grandissima occasione, è anche un onore.

Credo che non tutti lo sappiano, ma cos’è il Jamboree?
Letteralmente è una marmellata di ragazzi (jam=marmellata; boy=ragazzi, marmellata di ragazzi). Questo nome gli è stato dato perché il Jamboree ha da sempre avuto lo scopo di far incontrare e far stare insieme scout da tutte le parti del mondo, senza pensare a guerre o litigi che nel mondo stanno attraversando determinati paesi.

Come già ho detto prima, quest’anno il 24th WJS si terrà in West Virginia, Nord America, presso la Bechtel Reserve. Quest’anno si svolgerà nei giorni tra il 22 luglio 2019 e il 2 agosto 2019.

Prima di partire, il contingente italiano si é diviso in diversi reparti; con il mio reparto “Ponte degli Alpini” ho fatto delle uscite e degli incontri per prepararmi al meglio a quest’avventura. La prima uscita, 15-16 dicembre 2018, ci siamo per lo più conosciuti. Il mio reparto è uno dei pochi, se non l’unico, che accoglie anche ragazzi del Sud Tirolo.

Prima della seconda uscita, abbiamo fatto una specie di raduno degli ambasciatori/ambasciatrici del Veneto. Dopo un gioco durato quasi tutto il pomeriggio, ci hanno consegnato un attestato e un piccolo gadget che potrebbe esserci utile per il Jamboree. Tra questo incontro e la seconda uscita ognuno di noi, ha dovuto affrontare tre sfide, ognuna con un tematica diversa: bellezza, accoglienza e natura, che sono le tre parole chiave di questo grandissimo evento.

Per la sfida bellezza ho deciso di creare un canzoniere insieme alla mia squadriglia del Jam, le alci. Per la sfida accoglienza ho stilato una lista di regole da seguire per un corretto uso del telefono e dei social network nel mondo degli scout; per ultima sfida, con tema ambiente/natura, nell’ultimo periodo mi sono impegnata un po’ di più nella raccolta differenziata, sia nella nostra sede femminile sia a casa mia o a scuola. Così il 25/26 maggio ci siamo ritrovati di nuovo di reparto per l’ultimo incontro prima del grande evento. Questa è stata un’uscita un po’ più a scopo informativo, infatti ci hanno dato tantissime informazioni riguardo a come si sarebbero svolti i 10 giorni in West Virginia.

Ormai parto fra veramente pochissimi giorni, e non vedo l’ora di essere lì. Sono orgogliosa di essere una delle “poche” persone che può vivere un’esperienza del genere, credo che opportunità così capitino una sola volta nella vita; non credo di essere migliore degli altri, sono solo stata molto fortunata. Da questi 10 giorni mi aspetto nuove amicizie, nuove culture. Credo che la cosa più bella sarà vedere come tanti popoli, con diverse religioni, diversi vestiti o diverse lingue possano mantenere e avere a cuore un’unica promessa, quella scout.

Stefania

45011737_1315798108577597_581150379849285632_n

1200px-24th_world_scout_jamboree_logo-svg

Video presentazione WORLD SCOUT JAMBOREE 2019

La #routenazionale

un Clan-Destino in Route Nazionale

Strade di Coraggio, il coraggio di farsi ultimi

Questo è stato il tema sul quale noi, Clan-Destino del Bussolengo 1, abbiamo lavorato durante il nostro anno di attività per prepararci alla Route Nazionale, tenutasi nel Parco di San Rossore (Pisa) dal 7 al 10 agosto.

Insieme abbiamo riflettuto sul problema delle carceri e del loro sovraffollamento, incontrando anche varie testimonianze, come ex carcerati e associazioni che procurano beni di prima necessità al carcere di Montorio.

Alla fine di questo percorso ci siamo preparati per partire il 1 agosto dalla stazione di Verona per raggiungere Parma, dove abbiamo incontrato i due clan a noi gemellati (Parma 1 e S. Maria Capua Vetere 1) con i quali abbiamo trascorso i giorni della “route mobile”, dal 1 al 6 agosto, camminando insieme per le colline parmigiane.
Sole sopra e asfalto sotto, abbiamo raggiunto le località di Tizzano, Schia e Lagrimone, dove siamo stati ospitati in un monastero di suore di clausura e abbiamo avuto anche l’opportunità di ricevere una loro testimonianza.

Durante questi giorni abbiamo condiviso con i nostri compagni di viaggio le nostre esperienze di coraggio, ci siamo confrontati e abbiamo cominciato a scrivere la “Carta del Coraggio”, che poi è stata definita con tutti gli altri clan al “campo fisso” di San Rossore.
Il 6 agosto, ci siamo uniti a tutte le altre route svoltesi nell’Emilia Romagna e siamo partiti insieme in autobus per raggiungere San Rossore, dove ci aspettavano altri 30.000 scout.
Dopo la cerimonia d’apertura della Route Nazionale del 7 agosto, abbiamo assistito a numerose Tavole Rotonde e Laboratori che trattavano “argomenti di coraggio”, come per esempio mafia, futuro, fede e molto altro. Così passavano le nostre giornate, in continuo confronto con i nostri coetanei, fino ad arrivare al grande concerto serale di sabato 9 agosto, al quale hanno partecipato anche il cantante Frankie Hi-nrg, la ballerina senza braccia Simona Atzori e i Bamboo, un gruppo di percussionisti che usa come strumenti degli oggetti trovati per caso come bidoni, tubi ed elettrodomestici.

La route si è conclusa ufficialmente con la Messa del 10 agosto, durante la quale, sotto un sole che ci stava soffocando, abbiamo ricevuto anche una telefonata dal Papa. Dopodichè, a turno, ogni clan ha cominciato ha raggiungere la stazione o gli autobus per fare ritorno a casa.

Quel che c’è rimasto di questa fantastica route è sicuramente un enorme bagaglio di nuove esperienze e amicizie ma sicuramente anche la voglia di affrontare il futuro con le nostre forze e con le nostre azioni, per cominciare per lo meno a pensare un mondo migliore.

Clan Destino

Clan Destino destinazione Route Nazionale
Clan Destino destinazione Route Nazionale
Simbolo della Route Nazionale
Simbolo della Route Nazionale
Foto dall'alto di un quartiere di San Rossore.
Foto dall’alto di un quartiere di San Rossore.
Foto dall'alto del parco di San Rossore.
Foto dall’alto del parco di San Rossore.