Archivi categoria: News

Iscrizioni scout: per saperne di più

iscrizioni-2017-2018
Sei una mamma o un papà che sta pensando di iscrivere il proprio figlio agli scout ma non sai da dove partire?

Ecco alcune informazioni utili:

Da che età posso iscrivere mia figlia/figlio?
L’età minima per potere iniziare a vivere l’avventura dello scautismo è 8 anni oppure l’appartenenza alla III classe elementare.
C’è un età massima per iscriversi?
No, si può entrare nel Gruppo sia da ragazzi, sia come Capi. Se sei interessato, passa a trovarci nelle giornate sopra indicate.
Cosa si fa “agli scout”?
Il Gruppo è suddiviso per fasce d’età che vanno dagli 8 ai 20 anni per rispondere alle esigenze educative di bambini, adolescenti e giovani:

– da 8 a 11 anni: LUPETTI (Branco): i bambini GIOCANO e svolgono attività in gruppi misti organizzati di 5-6 bambini, quindi con maschi e femmine, vivendo l’avvenutura scout in un clima di “Famiglia felice”.
Il gioco dei bambini si svolge in un’ambientazione permanente ispirata a “Il Libro della Giungla” di R. Kipling.

– da 11 a 16 anni: ESPLORATORI/GUIDE (Reparto): si svolgono attività in gruppi di 7-8 ragazzi dello stesso sesso ma età diverse. In reparto si vivono AVVENTURE, che passano dalla mente alle mani dei ragazzi e si concretizzano in grandi imprese. La vita in tenda, la cucina sul fuoco a legna, l’orientamento nel bosco, la conoscenza delle stelle sono solo alcune delle attività che caratterizzano la vita di reparto.

– da 16 a 20 anni: ROVER/SCOLTE (noviziato/clan): un modo di confrontarsi sul mondo e agire concretamente per renderlo migliore, crescendo insieme. Si svolgono attività sociali, spirituali, all’aria aperta, ma sopratutto di SERVIZIO.

Quando cominciano le attività scout?
Indicativamente, da metà ottobre a fine maggio.
Quando si svolgono le attività scout?
Durante tutto il periodo scolastico al sabato pomeriggio, dall e 15.30 alle 18.00. Una volta al mese si programmano uscite con pernottamento in case adatte ad accogliere gruppi per i lupetti o, con la bella stagione, in tenda per esploratori e rover.
Durante l’estate ci sono i campi estivi della durata di 7 giorni per i lupetti, indicativamente 15 giorni per esploratori/guide e 7/8 giorni per rover/scolte.
Quanti bambini/ragazzi prendete ogni anno?
Il numero varia in base ad una serie di criteri e scelte che di anno in anno la Comunità Capi attua. Qui trovi quelli per le iscrizioni 2017-2018.
Come posso richiedere infomazioni?
Mandando una mail all’indirizzo comunita.capi@scoutbussolengo1.it. Appena possibile, vi risponderà direttamente uno dei due Capo Gruppo.
Mio figlio frequenta ancora la prima elementare, ma sarei intenzionato lo stesso a farlo provare una volta raggiunta l’età, posso iscriverlo comunque?
Nel nostro Gruppo non facciamo liste d’attesa da un anno all’altro, pertanto invitiamo a ricontrollare il nostro sito verso agosto per trovare i dettagli per le iscrizioni dell’anno successivo.
Quando ci si iscrive per il 2017-2018?
Le iscrizioni 2017-2018 verranno effettuate secondo le modalità indicate qui.

 

Se, ora che avete tutte queste informazioni, siete interessati a far vivere ai vostri figli l’avventura dello scoutismo o avete ancora delle curiosità vi aspettiamo nelle giornate dedicate alle iscrizioni.

Route Noviziato 2017

img_20170809_141458

Cosa potrà mai essere una settimana, paragonata ad una vita intera? Eppure i ragazzi del Noviziato Flaiai del Bussolengo 1 in così poco tempo hanno saputo apprezzare e rivalutare il prezzo di divertimenti e fatiche, in un viaggio che li ha chiamati a mettersi in gioco per la ricerca della propria leggenda personale, come il protagonista del libro “L’Alchimista” che li ha accompagnati nel corso dell’intera settimana.

Il 5 agosto, animati da ansie e gioie, sono partiti per la fantomatica Route estiva. Dopo aver preso un numero imprecisato di treni e autobus, i nostri ragazzi sono finalmente giunti a Fontana di Bresimo -Tn- e da qui ha avuto inizio il loro cammino vero e proprio. La loro strada però, non è sempre stata in discesa! Eufemismi a parte, possiamo affermare che è stato davvero un percorso faticoso, ricco di fatiche e di soddisfazioni indimenticabili, costellato da momenti unici che hanno fatto crescere notevolmente questi ragazzi.

Guidati dai capi infatti, sono riusciti non solo a sfidare loro stessi superando i propri limiti, ma anche a maturare da un punto di vista interiore riscoprendo sotto un’altra ottica la fede cristiana.

Il primo giorno i ragazzi giunti al bivacco si sono potuti dare una piacevole rinfrescata e si sono potuti rilassare con un po’ di yoga. Le cose fino a quel momento, però, erano state fin troppo semplici ed è così che il giorno successivo vengono messi a dura prova da una violenta grandinata. Dopo aver trovato rifugio in una stalla vuota, trovano sollievo nelle miracolose minestrine in busta e creando una stufa di fortuna riescono addirittura ad asciugare (qualcuno anche a bruciare) scarponi e armamenti vari.

Salutati due compagni, i nostri ragazzi si rimettono in marcia. Valicano monti, attraversano vallate, scappano da mucche, dormono in tenda, affrontano salite infinite sino ad arrivare a Passo Mandriccio dove possono ammirare Gran Zebrù, Zebrù e Ortles. Giunto a Sulden -Bz- il nostro noviziato prepara una cena internazionale (con grande dispiacere di tutti coloro che dovevano rappresentare la Bolivia!). Infreddoliti e bagnati i ragazzi decidono che quello è il momento giusto per cercare un riparo di fortuna. La ricerca parte e dà un risultato quasi insperato: posto caldo asciutto e confortevole, l’ideale per un sonno ristoratore!

Il giorno seguente, dopo aver raggiunto la Val Venosta, i capi comunicano loro che quel giorno, muniti di una mela e un pezzetto di cioccolata, sarebbero partiti per l’hike. Nonostante qualche timore iniziale tutti partono abbastanza fiduciosi e soprattutto speranzosi di poter fare una doccia. L’indomani i capi aspettano i ragazzi a Müstair in Svizzera e, una fetta di Strüdel dopo l’altra, tutti raccontano la loro avventura.

Dopo aver visitato l’importante monastero di San Giovanni e aver subito l’impeto dell’ennesima grandinata il gruppo si dirige a Resia. I nostri ragazzi, ormai abituati a sistemazioni fantasiose, decidono di accamparsi fuori da una scuola e, dopo un torneo di briscola e un bivacco serale animato su paura e coraggio, possono finalmente infilarsi nei sacchi a pelo.

È l’ultimo giorno e, dopo la visita al Lago di Resia, il noviziato comincia il viaggio di ritorno. Un corteo di genitori, fratelli ed amici è pronto ad attendere i nostri eroi alla stazione di Domegliara e ad ascoltare le loro storie di amicizia e fatica che dimenticheranno difficilmente.

Guidoncini Verdi 2016

QUATTRO LE SQUADRIGLIE DEL
BUSSOLENGO 1: LEONI, FALCHI, PANTERE E KOALA

Erano quasi 2000 gli scouts presenti il 10 e 11 settembre a Villa Buri (VR), che ha accolto tre eventi importanti per la nostra associazione: l’incontro del settore internazionale Agorà 2016 dedicato ad R/S e Capi che hanno vissuto un’esperienza all’estero e di intercultura, la Giornata Nazionale del Collezionismo Scout che si è tenuta sabato 10 settembre ed infine l’evento regionale Guidoncini Verdi 2016, rivolto a tutti gli E/G della regione Veneto.

Erano 270 le squadriglie provenienti da tutto il Veneto che, dopo un interno anno di lavoro, hanno partecipato all’evento Guidoncini Verdi il 10 e 11 settembre presso Villa Buri (VR).

IMG_7248

Il Guidoncino Verde rappresenta la conquista di una specialità di squadriglia che è composta da due imprese di squadriglia e una missione, che vengono elaborate e vissute dai ragazzi durante l’anno.
Quattro sono le squadriglie del nostro gruppo che sono riuscite a portare a termine la specialità ed essere state ammesse all’evento: la squadriglia Leoni ha conquistato la specialità di Olympia, la squadriglia Falchi è riuscita ad ottenere Giornalismo, la squadriglia Pantere Internazionale ed infine la squadriglia Koala ha conquistato la specialità di Civitas, oltre ad aver rinnovato la specialità di Espressione conquistata l’anno passato.
Traguardi importanti che rendono contenti e soddisfatti tutti i ragazzi e di conseguenza orgogliosi i loro capi!

 

Giri in VeRsi

I clan della zona VR Monte Baldo il 22 Marzo organizzano una rappresentazione teatrale itinerante a Verona nelle piazze del centro storico.

La manifestazione è rivolta a tutta la cittadinanza ma soprattutto ai più piccoli e alle famiglie con bambini fra i 5 e 10 anni.

Qui il volantino dell’iniziativa mentre qui sotto la cartina con le piazze dove si tiene la manifestazione.

mappa evento ok

Uscita del ricordo 2015

Ve lì ricordate i supereroi dell’uscita di apertura??? Bhè se siete confusi e non ricordate molto…non preoccupatevi…l’ Uscita del Ricordo serve anche a questo….oltre a ricordare il nostro fondatore Robert Baden-Powell!

Ci troviamo sabato 21 febbraio alle ore 15.15 al Monumento Scout (parco Baden-Powell, quartiere navigatori a Bussolengo) per poi spostarci in direzione Albarè di Costermano, a Villa Torri Giuliari in via Villa 12 (ex Salesiani).

Aspettiamo i genitori domenica 22 febbraio alle ore 9.45, così da essere operativi per le ore 10.00….eee si cari genitori sarete operativi anche voi, abbiamo riservato delle attività durante la mattina a cui ci terremmo partecipaste numerosi.

L’attività terminerà con il pranzo tutti assieme, per chi non riuscirà ad esserci in mattinata vi aspettiamo alle 14.30 per la Santa Messa di fine uscita.

Vi preghiamo di confermare ai vostri capi di riferimento la presenza per l’attività e soprattutto per il pranzo.

 La Comunità Capi

The Peace Light from Bethlehem

Luce della Pace 2014

logo Luce della pace“Nella Chiesa della Natività a Betlemme vi è una lampada ad olio che arde perennemente da moltissimi secoli, alimentata dall’olio donato a turno da tutte le Nazioni cristiane della Terra. Poco prima di Natale un bambino, venuto appositamente dall’Austria, accende una luce dalla lampada nella Grotta di Betlemme che è poi portata a Linz con un aereo della linea Austriaca. Dal 1986, con l’aiuto degli scout austriaci e, per il nostro paese, triestini, la Luce di Betlemme si diffonde per tutta l’Italia. L’invito che ci viene rivolto è quello di accogliere numerosi la fiammella e farci a nostra volta portatori di “Luce” diffondendola a quanta più gente possibile. Prima di tutto tra i fratelli scout, non nascondendo quelle diversità che accettiamo forse con fatica. E quindi facendo sì che vada diffusa a più gente possibile: ricchi e poveri, colti e ignoranti, bianchi e neri, religiosi ed atei. La Pace è patrimonio di tutti e la Luce deve andare a tutti. Si vorrebbe che la luce della Pace arrivasse in special modo nei luoghi di sofferenza, ai gruppi di emarginati, a coloro che non vedono speranza e futuro nelle vita. L’occasione della distribuzione può essere occasione di Buone Azioni: fare compagnia a chi è solo, visitare gli ammalati, dar da mangiare a chi ha fame,… anche il carcere potrebbe essere un posto ove la Pace vada portata! La parola “pace” ci richiama alla mente immagini di serenità, di tranquillità e così non leghiamo questo termine a concetti dinamici, mentre invece la pace richiede impegno e tenacia.”

Anche quest’anno la Luce della Pace di Betlemme è arrivata a Verona, e sabato 20 dicembre il nostro Gruppo ha partecipato all’evento “L’accoglienza nella Pace” tenutasi al Tempio Votivo.

Abbiamo riflettuto sull’accoglienza e condiviso la Luce della Pace, prendendola con noi e portandola nella nostra comunità.

 

Luce della Pace

 

Luce e Presepe

 

una parte della Co.ca.
Alessia e Don Andrea

 

DSC_0191[1]
Gli Incaricati di Zona con la Luce della Pace
il nostro Reparto Terreste
il nostro Branco Lupi della Pace
il nostro Branco Lupi della Pace